Close

Blog CucinaWOW

Lo scarto va in tavola: orecchiette napoletane al cavolfiore di Moncalieri

Eccoci ad un altro appuntamento con la rubrica "Lo scarto va in tavola". La Food Artist Tiziana Bollero ci svela i suoi segreti per trasformare gli "scarti" in ottimi piatti!! Scoprite cosa ha cucinato oggi…

In questi giorni ho ricevuto dalla mia amica Sara due piccoli cavolfiori che a prima vista sembravano dei bellissimi broccoli romaneschi ma, in realtà, si trattava di due cavolfiori di Moncalieri, un presidio Slow Food che presenta delle cimette appuntite paragonabili appunto a quelle del broccolo romanesco. Ha però un colore tipico bianco giallognolo, un sapore pieno e deciso ed è avvolto da grandi foglie verde chiaro anch’esse molto buone sia cotte sia crude.

Allora? Cosa potevo fare se non cercare di utilizzare al meglio questa eccellenza italiana? 

Devo dire che mi sono venuti in aiuto lo chef Davide Oldani e l’insegnante di cucina Carlotta Perego di Cucina Botanica.
Mi sono ispirata ad una ricetta che utilizza un classico cavolfiore presentato in più consistenze e ad un’altra che invece utilizza un broccolo romanesco per condire la pasta.

Ho fatto un mix, ci ho messo del mio ed è nata questa ricetta che ha piacevolmente stupito e conquistato tutta la famiglia.

In questo modo sono riuscita a sfruttare tutte le parti del cavolfiore esaltando il sapore e la consistenza dello stesso.

Questo come sapete, è uno degli obiettivi che si propone di seguire Cucinawow: promuovere una cucina buona, bella ed etica dove ogni scarto può essere riutilizzato e riproposto anche in maniera creativa.

Ho pensato di utilizzare il cavolfiore come ha fatto Carlotta Perego abbinato ad una pasta.

 

Ed ora arriviamo alla ricetta, vi lascio le dosi per 4 persone.

Ingredienti

320 g pasta
2 piccoli cavolfiori di Moncalieri o 2 broccoli romaneschi
2 scalogni
1 spicchio di aglio
1 peperoncino
1 pizzico Erbe di Provenza essiccate
Olio evo
Sale

Lavate i cavolfiori e staccate le foglie.

Con l’aiuto di un pela carote raschiate la parte esterna superficiale di un mezzo cavolfiore e, con l’aiuto di un coltello tritatela finemente fino ad ottenere un granulato simile al bulgur. Tenete da parte.

Staccate tutte le cimette, suddividete a metà quelle più grandi e cuocetele a vapore mantenendo la croccantezza.

Tritate finemente la parte centrale più dura e le foglie.

In una padella scaldate due cucchiai di olio con il peperoncino tritato e le erbe di Provenza. Aggiungete le foglie e la parte centrale tritata, salate e portate a cottura aggiungendo poca acqua se serve.

In una larga padella soffriggete i due scalogni tritati finemente e l’aglio. Aggiungete le cimette di cavolfiore cotto a vapore ed insaporite mantenendo sempre la croccantezza.

Portate a bollore una pentola di acqua, salate e cuocete la pasta. Io ho utilizzato un formato di pasta particolare che mi hanno regalato a Natale: le orecchiette napoletane preparate con semola di grano duro.

Nel frattempo frullate le foglie e la parte centrale del cavolfiore aggiungendo un cucchiaio di olio e acqua di cottura della pasta al fine di ottenere una salsa liscia e morbida.

Quando la pasta è cotta, saltatela insieme alle cimette di cavolfiore aggiungendo poca acqua di cottura.

Servite disponendo la salsa frullata a specchio sul piatto, la pasta saltata e una spolverata di ‘bulgur di cavolfiore’.

A piacere potete aggiungere una grattugiata di parmigiano o grana e Buon Appetito!

Lascia un commento

Il team CucinaWOW

Piacere di conoscerti, siamo SilviaTiziana e Sara e formiamo il Team di CucinaWOW.

Abbiamo origini e DNA diversi, ma amiamo con la stessa intensità le cose bellebuone ed etiche… nella vita, sul lavoro ed anche a tavola!

Vogliamo comunicare un nuovo approccio al cibo, una filosofia di pensiero in ambito culinario che coniuga passione per la cucina e creatività capace di guardare al di là della forma, sostenibilità che non tollera gli sprechi e rispetto infinito per il valore del cibo stesso che, prima di tutto, è vita.

Sappiamo di non essere sole nell’abbracciare queste idee e saremo felici se deciderai di accompagnarci in questa avventura! 

Leggi gli ultimi post

Categorie

Vuoi rimanere in contatto con noi?

Vuoi rimanere in contatto con noi?